La prima mega-minaccia: le malattie cardiovascolari
Punti vendita: Disponibili in farmacia o mediante la ditta Pharmatrans | Hotline per ordini: 00800-8020 8030 o: +31-43-7999 070

Le tre mega-minacce:

il principale fattore di rischio è l’invecchiamento

L’invecchiamento costituisce il maggiore fattore di rischio per tutte quelle malattie che determineranno il nostro destino nel 21º secolo. In funzione della loro aspettativa di vita, milioni di uomini si confrontano con una o più delle seguenti mega-minacce:

  • malattie cardio-vascolari
  • demenza
  • crescita incontrollata delle cellule

La serie di effetti infiammatori e ossidativi correlati ai segni della vecchiaia toglie il fiato: problemi cardiaci, aterosclerosi (definita anche arteriosclerosi), ictus, Alzheimer, depressione, cancro, fibromialgia, osteoartrite, diabete, sindrome metabolica, disfunzione erettile e dell’orgasmo, formazione di rughe e cellulite.

Milioni di uomini sperimentano processi legati alla vecchiaia con qualche decennio di anticipo e ciò è legato allo stile di vita.

Per tutti questi motivi, un attenuamento di questo lato oscuro del metabolismo (stress infiammatorio e ossidativo) rappresenta la premessa essenziale per una riuscita
«gestione» dell’invecchiamento.

Le stesse circostanze del nostro metabolismo che ci fanno invecchiare da un punto di vista biologico, compromettono anche la nostra qualità di vita quando siamo giovani. Situazioni come sistema immunitario debole, peggioramento della vista, depressione, insonnia, mancanza di stimoli, ridotta potenza sessuale, muscolatura debole, diabete, dolori articolari, deficit cognitivi non riguardano solo gli anziani. Milioni di uomini sperimentano processi legati alla vecchiaia con qualche decennio di anticipo e ciò è legato allo stile di vita.

To top Torna su

 
Clicca qui per continuare la lettura: Demenza